Riportiamo la testimonianza di una nostra carissima volontaria che ci ha regalato ore di “lavoro” serio, costante, in completa gratuità ed alla quale abbiamo portato fortuna, visto che è in dolce attesa di due gemelli!

“Sentivo da tempo il forte desiderio di fare qualcosa per gli altri, in particolare per i bambini.

Un giorno per caso ne ho parlato con un amico che mi ha suggerito di contattare Alisolidali che, secondo lui, avrebbe potuto fare al caso mio.  Ho iniziato così questa bellissima e straordinaria esperienza! Sì, perché ad un certo punto mi viene proposto di aiutare una famiglia con tre bambini piccoli in un momento per loro di emergenza. Cosa potevo chiedere di più? Adoro i bambini e ho subito accettato! Le ore trascorse  con queste tre creature erano le migliori e le più piacevoli della settimana. Uscivo da casa loro felice, appagata per quello che avevo fatto. L’abbraccio forte del bimbo più grande che ricevevo ad ogni mia visita, mi riempiva il cuore!

Vedere la loro mamma un po’ sollevata dalla mia presenza e darle la possibilità, ad esempio, di fare colazione in tranquillità o di uscire per fare un po’ di spesa, mi rendeva felice. Quando cominciavo la mia giornata con loro, avevo una carica che nessuno sapeva darmi! Dopo qualche mese l’emergenza di questa famiglia passò e finiva così il mio contributo attivo, ma non è finita la nostra amicizia. La loro gratitudine nei miei confronti mi ha sorpreso ed emozionato e continua tutt’ora. Non pensavo si potesse ricevere così tanto, donando semplicemente un po’ del mio tempo.

Per tutto questo devo ringraziare Alisolidali che mi ha dato l’opportunità di vivere questa fantastica esperienza che rimarrà per sempre nel mio cuore. Alisolidali ha completato la mia vita, non solo per questa esperienza specifica, ma anche per tutti gli altri bambini che ho conosciuto, per le volontarie che ho incontrato e per le nuove amicizie che sono nate. Mi rendo sempre più conto che non  è stato un caso arrivare fin qui e ringrazierò sempre Alisolidali per aver arricchito così tanto la mia vita”.

                                                                                                                                                                                            Alessia